Manuka New Zealand - Garanzia di Qualità

Manuka New Zealand utilizza solo miele di manuka monoflorale estratto dagli alveari della Nuova Zelanda o da apicoltori esterni di tutta la Nuova Zelanda. Il miele viene lavorato, confezionato ed etichettato nell'impianto di lavorazione Manuka in Nuova Zelanda.

Tutti i lotti di miele vengono sottoposti a un processo di test all'arrivo presso l'impianto di lavorazione, durante il quale vengono eseguite ispezioni visive, vengono prelevati campioni di miele e viene controllata la documentazione di origine del miele di manuka monoflorale, come richiesto dal Ministero delle industrie primarie della Nuova Zelanda (MPI) - requisiti per la lavorazione dei prodotti delle api. Il laboratorio certificato verifica i campioni di tutte le navi in ​​loco. L'analisi include test per il contenuto di metilgliossale (MGO) e diidrossiacetone (DHA), idrossimetilfurfurale (HMF), diastasi, analisi del DNA del polline di manuka, contenuto di umidità e parametri microbiologici. Dopo che i test e i controlli di qualità sono stati completati, i lotti di miele vengono immagazzinati nello stoccaggio a temperatura controllata di Manuka New Zealand. I lotti conservati vengono regolarmente sottoposti a campionamento e prove per verificare e garantire la qualità del miele.

Tutto il nostro miele monofloreale di Manuka è testato per garantire che si tratti del vero miele di Manuka della Nuova Zelanda. Accogliamo con favore la nuova direttica del Ministero dell'Industria Primaria, Nuova Zelanda per il miele di Manuka, adottata nel dicembre 2017. La definizione specifica un insieme di cinque marcatori scientifici che identificano l'origine del miele di Manuka. Questi marcatori devono essere presenti per chiamarlo miele di Manuka dalla Nuova Zelanda in modo credibile e solo il miele che soddisfa i nuovi standard sarà certificato per l'esportazione come miele di Manuka monofloreale dalla Nuova Zelanda. Test chimico misurando la presenza di acido 3-fenil-lattico, 2-metossiacetofenone, acido 2-metossibenzoico e acido 4-idrossifenil lattico. Inoltre, viene eseguito un test del DNA per testare il DNA del polline di Manuka.

La lavorazione e il confezionamento del miele di manuka monofloreale avviene in un processo in batch. I team operativi e di pianificazione selezionano le botti miele con i parametri qualità richiesti per garantire che ogni lotto soddisfi i criteri per il rilascio del prodotto finale. Durante la lavorazione, il lotto di miele viene costantemente controllato per verificarne la qualità, compresa l'ispezione visiva e l'analisi da parte del team di produzione operativa.

Tutti i lotti di miele sono sottoposti a rigorosi test di laboratorio in loco prima di essere rilasciati.Se necessario, ulteriori campioni vengono inviati a laboratori esterni certificati IANZ per l'analisi dall'organismo di accreditamento della Nuova Zelanda.Il miele di Manuka deve soddisfare le specifiche del Ministero delle industrie primarie (MPI) stabilite nel documento orientativo "Guida all'etichettatura provvisoria per il miele di Manuka" del 31 luglio 2014. Le specifiche per il miele di manuka includono i seguenti parametri: colore, conducibilità, gusto, aroma, presenza di polline del tipo Manuka e presenza di MGO e DHA.

I singoli lotti di miele vengono rilasciati dal team di controllo della qualità.I criteri di rilascio si basano sui dati di produzione e sulla scheda tecnica del lotto, sui risultati del test del lotto e sulla documentazione di origine.Ciò garantisce che il miele di manuka monofloreale soddisfi i requisiti legali e di mercato.Per il miele con una caratteristica del prodotto speciale (ad es. MGO), i risultati devono soddisfare i criteri di rilascio in base al controllo di qualità per quella caratteristica prima che il lotto possa essere rilasciato.I criteri di qualità per il rilascio di prodotti a base di miele dalla Manuka Nuova Zelanda sono stabiliti e confermati, anche per quanto riguarda la ricerca e lo sviluppo, i regolamenti e la garanzia della qualità.

Il team di controllo della qualità fornisce un certificato di analisi per ogni lotto di miele.Il prodotto a base di miele viene rilasciato dalla quarantena per l'etichettatura e quindi la spedizione quando vengono soddisfatti questi rigorosi criteri di valutazione della qualità. Inoltre, Manuka New Zealand utilizza l'E-Certificate of Official Assurances, un'applicazione web che il governo della Nuova Zelanda (MPI) fornisce garanzie ad altri governi per quanto riguarda i prodotti animali e lattiero-caseari esportati dalla Nuova Zelanda.Questo certificato elettronico è incluso in ogni spedizione di miele verso l'UE e molti altri paesi che hanno accordi con la Nuova Zelanda tramite i requisiti di accesso al mercato d'oltremare.

Manuka New Zealand utilizza sia RMP - Processing of bee products che IANZ - certifications (ISO 17025)

Manuka New Zealand produce principalmente miele di manuka monofloreale.Con il rilascio del prodotto di ciascun lotto di miele, vengono valutati i seguenti risultati dei test per garantire la conformità ai criteri di rilascio di qualità per i prodotti a base di miele.Questi risultati vengono quindi aggregati nel certificato di analisi fornito dal team di controllo della qualità.La nostra confezione è priva di BPA.

Il miele di Manuka MGO monofloreale di Manuka New Zealand è prodotto, lavorato e confezionato in Nuova Zelanda.Manuka New Zealand produce solo miele di Manuka MGO monofloreale crudo, non filtrato e non pastorizzato.

Informazioni da Manuka New Zealand sui pesticidi e gli erbicidi legati al miele di Manuka

Manuka New Zealand utilizza un rigoroso processo di controllo di qualità con cui tutto il miele viene testato su una serie di parametri tra cui elementi microbiologici, tossine, zuccheri, polline, contenuto di umidità, sapore, colore e attività enzimatica.In questo modo è garantito che tutto il miele che arriva alla nostra struttura di imballaggio, e tutti i lotti che sono pronti e escono dalla struttura, sono della massima qualità. In Nuova Zelanda siamo anche controllati da due agenzie governative che stabiliscono regole per proteggere le api e le fonti alimentari:

Il Ministero delle industrie primarie della Nuova Zelanda (MPI) è responsabile del sistema di sicurezza alimentare del paese; stabilisce e monitora gli standard per l'industria alimentare. MPI ha un programma di screening nazionale - oltre al programma di monitoraggio batch.La parte 8.0 dell'elenco consolidato dei test MPI per i prodotti animali fornisce una descrizione dettagliata del programma di test sui residui chimici che si applica anche al miele (e ad altri prodotti animali come carne, pesce e prodotti lattiero-caseari).

La New Zealand Environment Protection Authority (EPA) protegge le api e altri impollinatori come falene, farfalle, alianti e uccelli fissando le regole su quando, come e dove gli insetticidi possono essere utilizzati.In Nuova Zelanda, da anni sono in vigore norme rigide sull'uso di una classe di insetticidi contenenti neonicotinoidi.In qualità di regolatore ambientale della Nuova Zelanda, l'EPA ha il compito di controllare questi rischi.L'autorità lo fa stabilendo regole per l'uso dei neonicotinoidi, comprese misure speciali volte esclusivamente alla protezione delle api.

La misura più importante per proteggere il nostro miele di manuka è il posizionamento degli alveari / arnie: scegliamo luoghi remoti e incontaminati a grande distanza dai terreni agricoli.Ciò riduce al minimo il rischio di presenza di erbicidi e pesticidi in queste località.

New Zealand Accredited Laboratory Risk Management Program ISO 17025 New Zealand Made Logo MGO Manuka New Zealand